Un immarcabile Voskuil non basta alla Viola Reggio Calabria per superare la lanciatissima Tortona. I piemontesi s’impongono al Pala Pentimele lasciando sempre più nel baratro una Viola ormai matematicamente fuori dalla corsa alla salvezza diretta. Più ordinata, più squadra Tortona allenata da Cavina. Paternoster paga la confusione offensiva di una squadra che, Voskuil a parte, paga la serataccia di Fabi e Gilbert. La vittoria di Scafati condanna i reggini all’ultimo posto, in coabitazione con Agropoli vittoriosa ai supplementari a Latina.
La Viola recupera Voskuil a pochi minuti dall’inizio del match. Paternoster alla fine può contare sull’americano che è in quintetto con Caroti, Fabi, Gilbert e Baldassarre. Cavina risponde con Cosey, Greene, Sanna, Ricci e Garri. L’avvio è poco intenso da ambo le parti. La Viola si affida proprio a Voskuil che sigla 5 punti Baldassarre da filo da toccare a Garri con due grandi difese, ma Tortona,seppur in maniera blanda va subito avanti a metà periodo (5 – 10).A scaldare il PalaPentimele ci pensa Gilbert concludendo un “Halley hoop” in asse con Caroti. Voskuil raggiunge la doppia cifra e regala il primo vantaggio ai reggini primi di cedere il posto a Marulli (14-13). Greene chiude la prima frazione sul 14-15.
Ottimo l’impatto di Rossato che sigla quattro punti in fila conditi da tanta pressione difensiva. Tortona non si scompone e con Mascherpa e Ricci prova scappare via (18-24). L’attacco della Viola diviene ben presto confusionario e disorganizzato. Tante le difficoltà trovate dai reggini contro la difesa schierata di Tortona, che invece riesce con continuità a servire i suoi lunghi che firmano il primo vero allungo (20-30). La brutta notizia però è l’infortuno di Baldassarre costretto a rientrare anzitempo negli spogliatoi. Caroti sblocca il tabellino dei neroarancio, Cosey dall’angolo riporta Tortona a distanza. La prima metà di gara va in archivio sul 26-32.
Al rientro dagli spogliatoi Voskuil è nuovamente mattatore di una Viola che ritrova anche un encomiabile Baldassarre. Alle due triple dell’ex Biella risponde però l’eterno Garri con sette punti, e il solito Greene( 32-45). Paternoster siede un impalpabile Gilbert per Rossato e guadagna in termini d’intensità. Fabi si schioda dallo “zero” a referto dopo 27 minuti. Troppo poco contro l’organizzazione di Tortona. Voskuil predica nel deserto realizzando più della metà dei punti complessivi della squadra (22 su 42 totali), ma tiene vivo il match (42-52). Il terzo periodo si chiude sul 44-57.
Voskuil si traveste da Curry e sigla pronti via due triple pazzesche. La Viola torna a meno sette (50-57) lanciando la volata finale. Si surriscaldano gli animi al PalaPentimele, Cosey dopo essere stato beccato dal pubblico risponde con una gran tripla ( 50-60), Cavina poi lo preserva reinserendo Greene che riporta. equilibrio negli ospiti. L’americano realizza quattro punti consecutivi, Voskuil tocca quota trenta (53-64). Le difficoltà a difesa schierata della Viola si ripropongono in un finale in cui Tortona è fredda, semplice nelle giocate e dannatamente concreta. La Viola nel finale perde la testa, Cosey diventa il bersaglio dei reggini in un ultimo minuto francamente brutto da vedere. Termina 68 – 78.

VIOLA REGGIO CALABRIA – TORTONA : 68 – 78 ( 14-15 ; 26-32 ; 44-57)

VIOLA REGGIO CALABRIA: Taflaj NE, Gilbert 5, Caroti 4, Fabi 11, Baldassarre 3, Voskuil 36, Rossato 7, Guariglia 2, Marulli 0, Babilodze 0 – Coach: Paternoster

ORSI TORTONA: Greene 18, Cosey 23, Garri 15, Ricci 12, Sanna 3, Mascherpa 5, Alviti 0, Taverna 0, Conti 0, Cucci 2 – Coach: Cavina

Post correlati

Rispondi

Facebook

Twitter

Google Plus

YouTube

Instagram

Follow Me on Instagram